Uno scatto all’interno del penitenziario di Porto Azzurro, Isola d’Elba

Siamo all’interno del carcere definitivo di Porto Azzurro, dove io e la mia carissima amica Silvia Marilli, purtroppo recentemente scomparsa, abbiamo realizzato una accurata documentazione sulle condizioni di vita dei carcerati definitivi in questa struttura che all’epoca era considerata un’istituzione all’avanguardia nella carcerazione di condannati con sentenze definitive all’ergastolo per reati di estrema gravità.

Il clima all’interno del carcere quando noi siamo arrivati era piuttosto rilassato. Purtroppo, nel mese di agosto del 1988 si è verificato un tentativo di evasione che ha portato ad un peggioramento dei rapporti tra l’istituzione e i detenuti che, per un periodo di tempo ha riportato indietro le lancette dell’orologio ai tempi in cui la carcerazione era sicuramente più afflittiva.

Penitenziario di Porto Azzurro, Isola d'Elba, 1987
Penitenziario di Porto Azzurro, Isola d’Elba, 1987

Per un pò di anni abbiamo mantenuto alcuni rapporti con le persone conosciute in occasione del reportage, ma poi, come spesso accade nella vita, questi rapporti si sono allentati nel tempo ed al momento attuale non ho più sentito nessuna delle persone con cui avevamo allacciato  rapporti di corrispondenza